STAMPA PDF

Anche le associazioni sono chiamate alla certificazione dei compensi erogati nel 2017

Le associazioni e i Circoli che nel corso dell’anno solare 2017 hanno erogato compensi di qualsiasi natura sono tenuti alla predisposizione ed all’invio telematico della CERTIFICAZIONE UNICA 2018 (CU2018), oltre che la loro consegna ai collaboratori.

In questa trattazione ci occuperemo esclusivamente delle Certificazioni Uniche per lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, mentre quelle per dipendenti e assimilati dovranno essere inviate dai consulenti del lavoro che hanno gestito l’emissione delle buste paga per conto dell’associazione nel corso dell’anno 2017.

Già dallo scorso anno le CU2018 sono parte integrante del Modello 770/2018 che quindi servirà solo per comunicare i dati dei versamenti delle ritenute fiscali eventualmente effettuate con modello F24, delle eventuali compensazioni effettuate o dell’utilizzo di crediti di imposta.

Le casistiche di invio delle dichiarazioni in oggetto risultano le seguenti:

Casistiche

CU

770

Solo compensi senza ritenute fiscali e/o previdenziali

SI

NO

Solo compensi senza ritenute (con o senza ritenute previdenziali) ma con crediti da precedente 770

SI

SI

Compensi con ritenute

SI

SI


CU2018 – CHE COSA SONO ?

Le certificazioni sono il documento con cui il committente attesta al lavoratore i compensi che gli sono stati erogati nell’anno precedente oltre alle eventuali ritenute fiscali e previdenziali effettuate. La trasmissione telematica di tali informazioni consente all’Agenzia delle Entrate di predisporre e di mettere a disposizione dei cittadini il modello 730 precompilato.

Le associazioni per certificare i compensi pagati durante l’anno SOLARE 2017 (a prescindere quindi dall’esercizio sociale) dovranno usare il modello CU2018 approvato dall’Agenzia delle Entrate.

Tutte le CU2018 predisposte dovranno essere trasmesse telematicamente all’Agenzia delle Entrate, anche quelle relative a compensi che non prevedono l’applicazione di ritenute IRPEF (es: compensi sportivi sotto i 7.500 euro, professionisti con “regime agevolati”, etc …), o che per loro natura non consentono la predisposizione del 730 precompilato.


SCADENZE E SANZIONI

Il modello CU2018 dovrà essere trasmesso telematicamente entro il 7/03/2018 e consegnato in DUPLICE COPIA al COLLABORATORE entro il 31 / 03 / 2018.

Per le sole casistiche di lavoro autonomo che non prevedono la possibilità di predisposizione del 730 precompilato, pur dovendo essere comunque consegnate entro il 31/03/2018, potranno essere trasmesse entro i termini di presentazione del modello 770/2018, ovvero entro il 31/10/2018.

Per ogni certificazione omessa, tardiva o errata si applica la sanzione di 100 euro, con un massimo di 50.000 euro per sostituto d’imposta.

Se la ritrasmissione di una CU - inviata entro i termini ma scartata o trasmessa con dati errati - viene fatta entro 5 giorni dal termine originario non si prevede applicazione di sanzioni, mentre la sanzione sarà di Euro 33,33 se la ritrasmissione della CU corretta avverrà entro 60 giorni dalla scadenza naturale, con un massimo di 20.000 € per sostituto d’imposta. 


QUALI DATI DEVONO ESSERE COMUNICATI.

Con il modello CU2018 potranno essere comunicati in via telematica sia i redditi da lavoro dipendente ed assimilato, sia i compensi per lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. In questa sede tratteremo esclusivamente questi ultimi, ossia:

1 – Lavoro autonomo (fatture professionisti, anche se aderenti a regimi fiscali che non prevedono l’applicazione della ritenuta d’acconto e associati in partecipazione);

2 – Redditi diversi tra i quali le prestazioni occasionali (art. 67, comma 1, lettera l) e i c.d. “compensi sportivi” utilizzati anche per i direttori artistici e i tecnici di cori e bande musicali e filodrammatiche (art. 67, comma 1, lettera m): questi ultimi anche se sotto la soglia di esenzione di 7.500 euro. In riferimento ai c.d. “compensi sportivi” si segnala che non vanno indicati i rimborsi per spese documentate relative al vitto, all’alloggio, al viaggio e al trasporto per prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale di residenza del collaboratore.

3 - Provvigioni, comunque denominate, per prestazioni inerenti a rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento d’affari;

Nelle CU trovano poi spazio diverse sezioni. Tali sezioni sono:

1. DATI FISCALI

2. DATI PREVIDENZIALI - NOVITA’!!! Si segnala che a partire da quest’anno dovranno essere indicati nella sezione dati previdenziali i contributi ex ENPALS

3. FALLIMENTO E LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA

4. REDDITI EROGATI DA ALTRI SOGGETTI

5. CASI PARTICOLARI OPERAZIONI STRAORDINARIE

6. SOMME LIQUIDATE A SEGUITO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI (Riservata al soggetto erogatore delle somme)

7. SOMME CORRISPOSTE A TITOLO DI INDENNITÀ DI ESPROPRIO, ALTRE INDENNITÀ E INTERESSI

Le informazioni contenute in queste nuove sezioni se non saranno comunicate nelle CU comporteranno comunque un obbligo di trasmissione tramite il modello 770/2018. E’ quindi interesse delle associazioni che nel corso del 2017 non hanno effettuato ritenute fiscali sui compensi erogati inserire le informazioni sopra richiamate nelle CU, al fine di essere esonerate dall’invio del Mod. 770.

 

Arsea Comunica n. 10 del 12/02/2018

Lo Staff di Arsea

Contatti

Siete interessati ad avere maggiori informazioni sui nostri servizi?
Non esitate a contattarci.

I nostri uffici sono presenti a:

Bologna - Sede legale ed operativa

Via S. Maria Maggiore n.1
40121 Bologna
Tel. 051/238958
Fax 051/225203

Si accede anche da Via Riva di Reno n.75/3, terzo piano, ingresso UISP Comitato Regionale Emilia Romagna

 

Reggio Emilia - Sede decentrata

c/o UISP Comitato Reggio Emilia

Via Tamburini n.5
42100 Reggio Emilia (RE)
Tel. 0522/267207
Fax: 0522/332782


Si riceve su appuntamento.

© 2016 Arsea s.r.l - via S.Maria Maggiore, 1 - 40121 Bologna - P.IVA 02223121209

Contratto       Privacy Policy